Il mondo è una festa se sappiamo abitarlo, costruire ponti più alti dei muri, incontrarci, conoscerci e “scoprire la terra dell’altro”. È il messaggio di Apriti al Mondo, che si terrà a Bologna dal 4 al 9 novembre 2019.

La manifestazione, organizzata dalla Comunità Missionaria di Villaregia, Centro Missionario Diocesano di Bologna e Conferenza degli Istituti Missionari in Italia (Cimi), animerà la zona universitaria del capoluogo emiliano con mostre, incontri e momenti di spiritualità per i giovani e con i giovani, chiamati “ad alzarsi in piedi e prendere la parola per realizzare il sogno con cui il Signore li ha sognati”.

 

Confronto tra generazioni, culture e modi di vivere.

Si parte lunedì 4 novembre alle ore 17.30 con l’inaugurazione della mostra “Il mondo visto da un’altra prospettiva” con il Patrocinio del Comune di Bologna, è realizzata in collaborazione con Salaborsa. La Piazza coperta della biblioteca farà da scenografia a un viaggio per il mondo attraverso i cinque sensi dove immagini, parole e luoghi si trasformano in esperienze di vita. La mostra sarà visitabile fino al 9 novembre.

Alle 21.00 l’appuntamento è al Cinema Teatro Gameliele con Mohamed Ba, artista senegalese che, dopo aver subìto episodi di razzismo, ha scelto la musica come linguaggio per parlare ai giovani di dialogo e fratellanza affinché l’intolleranza ceda il passo all’integrazione.

 

Martedì 5 novembre il primo degli incontri “Tu sei una missione su questa terra”, che si terranno in studentati e centri culturali della città, darà spazio alle testimonianze di giovani (e non solo) che hanno scelto di partire per la missione. Racconteranno quello che hanno visto, ma soprattutto come questo viaggio li ha cambiati.

 

Giovedì 7 novembre lo spettacolo Die Mauer – Il Muro. Una storia che parla di soprusi, ma anche delle migliaia di persone che scalvarono un muro ingiusto per conquistare il diritto di essere “semplicemente” liberi. Portato in scena da Marco Cortesi e Mara Moschini, questo spettacolo di teatro civile racconta storie vere di determinazione, coraggio e fede nel nome della libertà e del rispetto dei diritti umani.

 

Conoscere divertendosi

Mercoledì 6 novembre e venerdì 8 novembre ci sarà Happy Missio, l’aperitivo missionario. Non il classico happy hour, ma un’occasione per scoprire la bellezza dell’incontro attraverso il confronto con chi va fino agli estremi confini della Terra. In vari pub e bar della zona universitaria (l’elenco su www.cmv.it/festamissione) i giovani, ma non solo, potranno sedersi al tavolo con i loro coetanei rientrati da esperienze di volontariato internazionale e con i missionari, ascoltare le loro esperienze e conoscere la missione attraverso le parole di chi la vive.

 

A chiudere la 5 giorni bolognese, sabato 9 novembre Piazza Maggiore ospiterà un flashmob per aprirsi al mondo anche attraverso la musica e la danza, dare forma a un’onda umana di solidarietà ed amicizia.

 

Il programma completo su www.cmv.it/festamissione.

Contatti:


Comunità Missionaria di Villaregia                           

Luca Vitali:

luca.vitali@villaregia.org- cell. 328.8227274

 

 Centro Missionario Diocesano di Bologna

Don Francesco Ondedei: francescoondedei@gmail.com – cell. 338.7912074

 

Conferenza Istituti Missionari – CIMI

Briseida Cotto – cell 3277689446